martedì 28 marzo 2017

DIT 2017

AGGIORNAMENTO 31 marzo 2017

Si tratta di una Discesa itinerante della Valle del Tevere  in nove tappe giornaliere per canoisti, ciclisti, camminatori. La Discesa ha finalità sportive, naturalistiche, turistiche e di promozione di un modo sano e rispettoso di conoscenza del territorio; non ha finalità agonistiche. L'atmosfera della Discesa è festosa, ma ordinata. Tutti sono benvenuti, ma ci si troverà meglio se si ha spirito di adattamento, capacità di fare da sé, disponibilità e simpatia verso gli altri. Tra i partecipanti ci si aiuta sempre, nella Discesa in modo particolare.

Si dorme in spazi comun (palestre, foresterie etc.) con il proprio sacco a pelo e materassino. Chi vuole può optare per altre soluzioni.

Si cena tutti insieme. I pasti realizzati utilizzando ove possibile cibi locali. Le cene sono a tema, quest'anno ad esempio:: prodotti della canapa, vegano, "cena di Goethe". E' obbligatorio portare una propria tazza per i pasti (in alternativa si può acquistare a 5 euro la tazza in alluminio della  Discesa del Tevere). Posate e piatti sono ecocompostabili.

Per chi potesse portare tutta l'attrezzatura su un bus è prevista la partenza di un pullman dedicato da Roma. Partenza il 22 aprile e ritorno la sera del 25 aprile 2017. Il pullman porterà anche i bagagli durante le tappe giornaliere. Il pullman può portare canoe gonfiabili e biciclette. Costo del passaggio pullman è di 80 euro per i 4 giorni.

info: scrivi@discesadeltevere.org


Il numero dei partecipanti che potranno dormire negli spazi comuni è limitato a 100 per notte. Verrà data la priorità a chi ha effettuato il pagamento e successivamente a chi ha effettuato le pre-iscrizione.
Nessun limite per chi viene in camper o alloggia in B&B.

COME E' ORGANIZZATA

Chi intende partecipare a DIT, anche successivamente alla prima tappa, è bene che arrivi la sera prima presso il luogo del pernottamento (preferibilmente alle ore 18), in modo da avere tempo per informarsi, prepararsi e inserirsi nel gruppo. Solo in ultima istanza si può arrivare la mattina stessa, preferibilmente alle ore 7 (tenendo conto che la mattina i telefoni degli organizzatori rispondono solo alle proprie chiamate di servizio).
In generale, la mattina i gruppi sportivi partono dal luogo del pernottamento alle ore 8. Per tale ora quindi occorre aver fatto colazione ed essersi procurati le provviste per il pranzo al sacco.
Nelle carovane di trasferimento, i veicoli devono ovviamente rispettare il codice della strada (ricordarsi di fare rifornimento di carburante in anticipo!). Per dar modo agli altri veicoli di superare la carovana, per adeguarsi ai limiti di velocità di chi viaggia con rimorchi, e per motivi di sicurezza stradale, la carovana viaggia a velocità ridotta: di solito 50 km/h sulle strade ordinarie e 80 km/h sulla E45 e in autostrada.
Con pullman si effettua il ben noto servizio di riporto degli autisti che, ogni giorno, conducono anticipatamente al punto di arrivo la propria auto




La cena è organizzata di solito intorno alle ore 19 presso associazioni locali ed è completa e abbondante. Generalmente siamo in grado di soddisfare anche le richieste di pasti vegetariani. Chi non fa l'iscrizione completa e desidera cenare deve prenotarsi il giorno precedente prendendo il relativo tagliando.
Si pernotta con materiale proprio in strutture coperte, anche molto semplici e talora senza docce calde, gentilmente messe a disposizione dalle amministrazioni comunali in cui si fa tappa lungo il fiume; ovvero, per chi lo desideri, nella propria tenda o camper.


L’organizzazione di una manifestazione sportiva itinerante è molto complessa. Il partecipante tenga a mente che, come principio generale, gli organizzatori non possono farsi carico di esigenze individuali (fatta salva naturalmente l'emergenza).

LA DISCESA IN CANOA O SUP

La Discesa Internazionale del Tevere è composta da 9 tappe giornaliere di 20-30 km con difficoltà WW I-II-(III). Essa è aperta a tutti i canoisti e stand up paddler italiani e stranieri - entro il numero massimo previsto dall'organizzazione - in grado di affrontare le difficoltà indicate e che si attengano al presente regolamento.
Imbarcazioni ammesse: sono ammesse canoe e tavole da sup di qualunque tipo, purché adatte ad affrontare acque mosse fino al 3° grado. Le canoe devono essere rese inaffondabili e dotate di maniglie in prua e in poppa per il trasporto e il recupero. Per l’incolumità degli altri partecipanti e dei canoisti che prestano assistenza, è obbligatorio smontare l’eventuale timone presente sullo scafo nonché qualunque altro supporto che a insindacabile giudizio degli organizzatori possa arrecare pericolo.
 
Per la tappa del 1 maggio a Roma, coloro che per attrezzature, equipaggiamento, capacità, non se la sentano di affrontare le rapide WW2 a Ponte Milvio e Isola Tiberina, possono trasbordare sulla sponda (dx a Ponte Milvio, sx all’isola Tiberina).

Abbigliamento obbligatorio per i canoisti:
  • un casco adatto per canoa;
  • un gilet di aiuto al galleggiamento almeno 70N;
  • robuste scarpe sportive con calzettoni di neoprene o lana;
  • per i kayak, un paraspruzzi efficiente.
Abbigliamento obbligatorio per gli stand up paddler:
  • per tutte le tappe oltre il 1 grado (24-29 aprile, 1 maggio):
    • un casco adatto per sport acquatici (raccomandato con mentoniera),
    • ginocchiere e gomitiere tipo roller o motocross;
  • coil leash;
  • un gilet di aiuto al galleggiamento almeno 70N, dotato di anello posteriore a sgancio rapido per il coil leash;
  • robusti stivaletti in neoprene.
Abbigliamento raccomandato per i canoisti:
  • muta a salopette;
  • maglia in tessuto tecnico;
  • giacca d'acqua;
  • cuffia in pile o in neoprene;
  • una sacca impermeabile da mettere in canoa consentirà di portare con sé acqua, oggetti personali, cibo, un cambio rapido.
Abbigliamento raccomandato per gli stand up paddler:
  • muta intera 5mm;
  • giacca d'acqua sopra la muta, a protezione dal freddo;
  • cuffia in pile o in neoprene;
  • uno zainetto consentirà di portare con sé acqua, oggetti personali, cibo, un cambio rapido.

La discesa del fiume si effettua in gruppo e sarà guidata da canoisti esperti: non dovranno mai essere superati i canoisti indicati dall'organizzazione come "testa" e non si dovrà rimanere dietro la "coda". I partecipanti dovranno seguire le indicazioni e gli orari dati dall'organizzazione e dalle guide in occasione della riunione serale o mattutina e durante la discesa.
ATTENZIONE: la discesa del fiume si fa sotto l'esclusiva propria responsabilità; l'organizzazione non può predisporre un puntuale servizio di assistenza e sicurezza in acqua per l'impossibilità di seguire un gran numero di partecipanti su un percorso così lungo; il partecipante deve seguire le indicazioni date con il presente regolamento e quelle date durante la manifestazione.

Regole di buon comportamento
  • Comunicare ai più esperti vicino a voi l'insorgenza di problemi, siano essi fisici o di attrezzatura
  • Rispettare i consigli dei più esperti e le decisioni delle guide
  • Non superare mai l'apripista
  • Nei passaggi obbligati seguire la traiettoria; passare in fila indiana a distanza di sicurezza di almeno 20 metri; se gli ordini o i segnali delle guide non sono chiari o non sono compresi, non fare il passaggio
  • Non intervenire nel recupero a bagno di un canoista se non si è capaci di farlo
  • Nei trasbordi aspettare il proprio turno, non ammassarsi e non prendere iniziative autonome
  • Nei preparativi e nelle soste riporre la pagaia dentro la canoa

consigli per i partecipanti in canoa e sup
Occorre sapere che, da quando si parte in acqua la mattina a quando si arriva allo sbarco il pomeriggio, possiamo contare solo su ciò che ci siamo portati in canoa. Ecco quindi ...
Consigli per i meno esperti sull'abbigliamento e sulle provviste da portare in canoa.


  • Sembra lapalissiano, ma è bene ricordare che può esserci il sole o essere nuvoloso, può fare caldo o freddo, può piovere e esserci vento: le condizioni possono variare più volte durante la giornata. Possiamo dover attendere bagnati e fuori dall'acqua anche per ore in caso di emergenza. E' bene portare un ricambio asciutto di lana o di tessuto sintetico (NON di cotone!): calzini, "maglia del nonno", maglione, berretto. Portare però anche la crema solare!
  • Tenere presente che il cotone bagnato addosso assorbe calore e quindi è dannoso in caso di condizioni meteorologiche avverse; la lana o il fleece invece, anche bagnati, trattengono in parte il calore del corpo.
  • Scarpe robuste proteggono piede e caviglie sia a terra, nelle operazioni di imbarco e sbarco, sia in acqua, in caso di bagno.
  • Ricordarsi che si sta facendo attività fisica e quindi bisogna portare acqua da bere!
  • Riscaldarsi prima di ogni partenza, evitare di bagnarsi subito se non adeguatamente equipaggiati, trovare la corretta impostazione in canoa, non forzare, ma restare decontratti
  • Portare con sé in una sacca stagna acqua e cibo adatto, ad es. formaggio stagionato, salumi, pane, biscotti, frutta, acqua
 

LA DISCESA IN BICICLETTA

 
Ogni tappa seguirà il fluire del Tevere, lungo i suoi argini, attraverso la campagna umbra, che in primavera regala il meglio di sé. Saranno chilometraggi molto soft, pianeggianti, per famiglie, da affrontare con calma e serenità. Ma affinché le giornate scorrano regalandoci il massimo del divertimento è fondamentale non tralasciare nessun particolare. 
A coloro che prenderanno parte alla discesa in bici si richiede gentilmente di non tralasciare nessuno dei seguenti punti. La propria superficialità spesso rischia di rovinare l'umore di tutti. 
-La discesa si può affrontare con una bici ibrida, una mountain bike, una bici da ciclocross ma assolutamente NO con bici da corsa. 
-Accertarsi che la propria bici sia in buono stato. Se possibile farla revisionare dal meccanico di fiducia. La cura del mezzo è fondamentale. Rompere la catena a 15 km dal punto d'arrivo deve essere un caso fortuito e non la conseguenza di una lubrificazione fatta circa dieci anni prima. 
-Ogni partecipante deve avere con se il necessario per rimediare ad una eventuale foratura. Attenzione a non portare una camera d'aria di misura sbagliata. Gli standard ormai sono dei più disparati. Tener conto della circonferenza della ruota e del tipo di valvola. Si consigliano almeno due camere a testa (al Decathlon costano pochissimo). 
-L'abbigliamento è fondamentale. Pantaloncino imbottito tecnico, almeno due paia, per non rischiare infezioni batteriche causate dal sudore (altrimenti il giorno dopo non si pedala dal dolore). CASCO OBBLIGATORIO. Giacca antipioggia. Consigliati pure un paio di guanti. Portare uno zainetto il meno ingombrante possibile. 
-Se si soffre di allergie di qualsiasi tipo informare assolutamente la guida/responsabile e portare l'antistaminico del caso. 
La regola fondamentale è comunque quella dello SPIRITO DI ADATTAMENTO! Per il resto sarà semplicemente un modo per stare insieme e confrontarsi. 



 

 
TAPPE in Bici
 
  tappa  23/4
Città di Castello - Umbertide
24,3 km
  tappa  24/4
Umbertide - Perugia (Pretola)
29 km
  tappa  25/4
Pretola - Deruta
27 km
  tappa  26/4
Anello di Pontecuti  (sentiero  del Furioso - Montemolino - P. di San Martino)
26 km
  tappa  27/4
Attigliano, Bomarzo, Bassano in Teverina, Orte e Otricoli
33 km
  tappa  28/4
Narni scalo - Nera Montoro -Otricoli
25 km
  tappa  29/4
Ponzano Porto vecchio, Ponzano , Nazza-no, Torrita Tiberina, Ponzano p.v. (anello)
25 km
  tappa  30/4
 FS Poggio Mirteto Scalo Riserva Tevere Farfa  FS Poggio Mirteto Scalo (anello)
30 km
  tappa  1/5
Castel Giubileo – Roma Ponte Marconi
25 km
Possibilità affitto attrezzatura
info: ditinbici@discesadeltevere.org

LA DISCESA A PIEDI


ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA

La Discesa del Tevere a piedi non presenta grandi difficoltà ed è alla portata di tutti quelli che siano abituati a camminare nell'arco di una giornata. Bisogna tener conto che la maggior parte del percorso avviene su viottoli o carrarecce paralleli al corso del fiume e quindi senza grandi dislivelli.

L'attrezzatura consigliata è quindi quella standard: scarponcini comodi da trek, bastoncini utili per distribuire lo sforzo, uno zaino non eccessivamente voluminoso, dato che il grosso del bagaglio viene trasportato dal bus, contenente il pranzo al sacco e qualche snack, borraccia, occhiali da sole e un piccolo kit di creme per il sole o burro di cacao per le labbra, la macchina fotografica.

Per l'abbigliamento (a sfoglia, perché la vicinanza del fiume rende le mattinate fresche e umide ma basta camminare con l'aria che si riscalda e cambia la musica) è consigliabile il solito accorgimento di portare con se un cambio e una giacchetta impermeabile e antivento, sicuramente un cappellino.

All'arrivo della tappa, in attesa dello sbarco dei canoisti, in genere abbiamo il tempo di visitare le cittadine che attraversiamo e magari fare due passi anche dopo cena, se non è previsto uno spettacolo o qualche altro evento.

Si cena insieme ai canoisti e ai ciclisti, in modo da favorire la conoscenza e condividere le emozioni dei vari percorsi. I gruppi sono molto eterogenei anche per le diverse età e nazionalità, quindi è meglio essere predisposti a qualche difficoltà di comunicazione che però si superano agevolmente dopo il primo bicchiere di vino.

Ovviamente nel bagaglio prevedere tutto quello che ognuno considera necessario per il pernotto.

COMPORTAMENTO

Durante un'escursione occorre ricordare che, anche se il percorso molte volte sembra istintivo trattandosi di carrarecce, in realtà capita spesso di dover fare deviazioni o per problemi alle sponde molto soggette a frane o per andare a visitare un posto interessante. Occorre quindi mantenere sempre il gruppo abbastanza compatto, evitando di rimanere indietro oppure di correre in avanti con una andatura troppo veloce. In ogni caso questa sarà determinata dalla media dei partecipanti e non potrà che adattarsi alle esigenze dei più lenti: inutile correre. Approfittare dell'andatura tranquilla per osservare, fotografare e godere dello spettacolo del fiume e delle sponde.

Un altro avvertimento che sembra ovvio: non deturpare o danneggiare l'ambiente. I nostri rifiuti ce li portiamo appresso fino a dove incontreremo gli adeguati cassonetti per lo smaltimento, non raccoglieremo fiori o altro senza prima consultarci con l'Accompagnatore.
Un problema personale di qualsiasi genere che può influenzare l'andatura, va comunicato PRIMA di partire all'Accompagnatore che potrà di conseguenza organizzare il gruppo nel cammino senza causare improvvisi disagi a tutti.
I cani in escursione sono ben accetti e ci accompagnano liberi e felici, salvo che ci sia qualcuno dei partecipanti che abbia problemi di allergia o fobie particolari (cosa possibile). In ogni caso bisogna avere con se guinzaglio e museruola e adeguarsi alle indicazioni dell'Accompagnatore.

info: camminatevere@discesadeltevere.org

ARRIVO A ROMA IL 1° MAGGIO 2017


PROGRAMMA PER CHI VUOLE PARTECIPARE ALLA TAPPA DEL 1° MAGGIO A ROMA


Per promuovere l'uso eco-turistico del Tevere a Roma la tappa del 1° maggio è gratuita; l'associazione Discesa Internazionale del Tevere, organizzatrice dell'evento, sostiene comunque dei costi per tutta l'organizzazione del 1 maggio.
All'arrivo presso la Polisportiva Ostiense, chi vuole, può partecipare alla cena al costo convenzionato di 20 euro, prevista per le ore 19:00.



  • Per chi scende sul fiume e vuole, prima della partenza in acqua, portare l'auto all'arrivo l'appuntamento a Castel Giubileo è alle ore 8.00. coordinate: 1.987832, 12.501326   Via di Castel Giubileo nei pressi del "Lagottero".
  • Per chi scende sul fiume ma viene accompagnato o non è interessato a portare l'auto all'arrivo l'appuntamento è alle ore 10.30.



chi lascia l'auto alla partenza lo fa a suo rischio ed è responsabile del recupero della propria auto







  • Per chi viene in bici l'appuntamento è alle ore 10.00 presso la Polisportiva Ostiense (giro ad anello e Tevere). 41.859216, 12.466406   Lungotevere Dante-Polisportiva Ostiense
  • Per chi viene con i camminatori l'appuntamento è alle ore 12:30 a Ponte Milvio, sponda dx del fiume
  • Per chi vuole scendere sul gommone la partenza è alle ore 13.30 sul Tevere altezza Ara Pacis (il servizio ha un costo di 30 euro adulto e 20 euro minore). Obbligatoria la prenotazione a: info@romarafting.com; 3404620204.

L'arrivo per tutti è alla Polisportiva Ostiense (Ponte Marconi) per le ore 18:00 circa










COME RAGGIUNGERCI


QUESTE LE TAPPE DI QUEST' ANNO

23/04           Città di Castello-Umbertide
24/4            Umbertide-Pretola (Perugia)
25/4            Pretola (Perugia)¬Sant'Angelo di Celle (Deruta)
26/4            Madonna del Piano (Monte Castel di Vibio)-Pontecuti(TODI) *
27/4           Attigliano to Orte *
28/4           Nera Montoro (Narni)-Otricoli (Terni) *
29/04         Ponte Felice (Civita Castelana) - Ponzano Romano
30/04         Ponzano - Nazzano
1/5            Rome: Castel Giubileo to Ponte Marconi

* non sono previste tappe a piedi



 



Per chi volesse unirsi a Discesa iniziata consigliamo di verificare la CARTOGRAFIA
 
Dal 23 aprile al 1 maggio abbiamo anche attivo un sistema ETRACK.
Inviando con uno smartphone un sms al numero +393932422466 e testo
wim?   verrà restituito in automatico un link su Google map
 
 
 
 



ISCRIZIONE E COSTI

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA ad ASD Discesa Internazionale del Tevere (10 euro per il 2017) o ad una delle associazioni del comitato organizzativo, oppure ad associazioni affiliate UISP, FICT, FICK
Quota giornaliera standard (discesa + vitto):
30 euro se pagata entro il 18 aprile ;
35 se pagata dopo il 18 aprile;
 
OBBLIGO DI PORTARE LA RICEVUTA
Iscrizioni sul posto solo in contanti 35 euro.
Solo Discesa 20 euro (con le modalità sopra); Solo vitto 20 euro
RIDUZIONI
​Disabilità motorie o sensoriali: per disabile ed accompagnatore Discesa gratuita e solo pagamento della cena (20 euro) -obbligo, per logistica di avvisare gli organizzatori
Minori 24 anni: riduzione 10 euro su quota standard;
Minori 16 anni: discesa gratuita cena ridotta a 10 euro
Gruppi pre-organizzati: (con o senza guida) contattare l’organizzazione.
Basso reddito o disagio sociale: contattare l’organizzazione
RIMBORSI
Con disdetta per e-mail (rimborso tramite bonifico entro il 31 di maggio)
entro il 10 aprile 80%
entro 22 aprile 50%


Inoltre è disponibile un BUS da Roma Termini che partirà il 22 aprile alle ore 14.00 circa e ritornerà il 25 aprile alle ore 23.30 circa. Il bus potrà portare, oltre ai bagagli anche bici e canoe gonfiabili. Il costo del bus è di 80 euro per gli adulti e 40 euro per i minori di 16 anni per tutti e 4 i giorni. Per prenotare il posto sul bus: scrivi@discesadeltevere.org

E’ anche disponibile un pacchetto di Bed & Breakfast per le notti del 22,23 e 24 aprile. Il costo è di 100 euro per tutte e tre le notti: Per info e prenotazioni: camminatevere@discesadeltevere.org

MODALITÀ DI PAGAMENTO
Nella causale deve essere specificato oltre a “Iscrizione DIT”, il cognome del partecipante e i giorni di partecipazione nonchè l’attività prevalente (canoa, bicicletta o trekking). Copia del bonifico o della transazione PAYPAL effettuata deve essere OBBLIGATORIAMENTE esibita al momento delle iscrizioni. Inviare sempre una mail a: iscrizioni@discesadeltevere.org
Il costo della transazione è a carico del partecipante
L'intestazione: "ASD Discesa Internazionale del Tevere"

BONIFICO BANCARIO:

IBAN IT42Q0832703235000000003088 BIC ROMAITR1072
PAGAMENTI CON PAYPAL:
il calcolo del lordo della transazione paypal:

NOLEGGIO

Per chi non  avesse la canoa o la bici e/o l'attrezzatura è possibile il noleggio.
L'organizzazione affitta direttamente canoe canadesi, sit on top, SUP e bici MTB o può segnalarti il nolo a te più vicino
Il costo del noleggio, che prevede anche le dotazioni di sicurezza, è legato soprattutto al trasporto e riporto delle canoe e delle bici alla vostra partenza dalla manifestazione (qualcuno deve riportare l'attrezzatura presso la sede del noleggio).
Dovere di chi prende a noleggio, oltre alla cura degli oggetti, è quello di preoccuparsi di caricare e scaricare il materiale dal rimorchio dell'organizzazione.

Costi per il nolo della canoa:
1 giorno:                          singola  30 euro; doppia 65 eur .  
Per due o più giorni:        singola 25 euro; doppia 55 euro al giorno.
Tutta la discesa 9 giorni:  singola 180 euro; doppia 400 euro



Puoi visionare le canoe che abbiamo a disposizione qui o qui  
per noleggiare invia una email a:  scrivi@discesadeltevere.org 

Costi per il nolo della bici:
20 euro al giorno e 120 per l'intero periodo

PER CHI VUOLE DORMIRE COMODO

un elenco di possibili alloggi alternativi al sacco a pelo in palestra
Alcune strutture sono state già testate positivamente (*), altre sono state inserite perché vicine ai campi di sosta del gruppo. Ricordate che se scegliete questi alloggi alternativi lo spostamento è a vostro carico e dovete raggiungerli con vostri mezzi!
 
Per chi volesse abbiamo un pacchetto B&B per le notti 22, 23 e 24 aprile 2017. Il costo è di 100 euro;
per info e pronotazioni: camminatevere@discesadeltevere.org


è gradito, successivamente, un vostro giudizio sulla struttura.



Città di Castello

Agriturismo Casa S. Martino (*)

Casa delle Botti

Umbertide
Fontedel Giglio
Al Petrogallo
L’anticoConvento
HotelCapponi

Pretola
PercorsoVerde
A Villa Aurora
OstelloPonte Felcino
Le Cerquelle 
La Fanciullata
Poggio alle Vigne
Casa Losea (*)
Agriturismo Titignano (*)
Il Casanova (*)
Locanda degli Alberti
Molenda
Porta Fratta


Fiume Nera
Azienda Agricola Podere Calledro

Mary & Rose (*)

Tevere-Farfa

Ecoturismo Tevere-Farfa (*)

Roma
San Paolo GuestHouse

DISCESA DEL TEVERE TUTTO L'ANNO

Su richiesta di gruppi precostituiti è possibile realizzare tratti della Discesa del Tevere tutto l'anno, con vari modi di pernotto, accompagnamento, corsi  e noleggio dell'attrezzatura

info:
scrivi@discesadeltevere.org

DIT 2017

AGGIORNAMENTO 31 marzo 2017 Si tratta di una Discesa itinerante della Valle del Tevere  in nove tappe giornaliere per canoisti, ciclisti, ...